SEZIONI NOTIZIE

Inter, Marotta: "Non sono Giuda. Abbiamo sottovalutato aspetti importanti"

di Redazione TuttoAtalanta.com
Vedi letture
Foto
© foto di TuttoAtalanta.com

Giuseppe Marotta, direttore dell’Inter, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare quanto accaduto nelle ultime ore sull’argomento Superlega: "Iniziamo dalla premessa, questa iniziativa è stata portata avanti dai 12 proprietari dei club alla luce della situazione del singolo club per via dei costi certi e dei ricavi incerti. Questo modello di calcio nazionale ed europeo è un modello superato. Bisognava trovare la possibilità di inventare qualcosa, è stato fatto alla luce di un sistema calcio a rischio default. Parliamo dell’intero scenario. Gli stipendi costano il 60%-70% del bilancio, questo modello non garantisce futuro. Bisognava cercare qualcosa per cambiare".

Come si riprenderanno i rapporti con gli altri club?
"La Superlega è naufragata perché sono stati sottovalutati aspetti importanti come la voce dei tifosi, patrimonio vero. I sei club inglesi si sono improvvisamente defilati secondo le loro logiche".

Le modalità ci sono parse poco professionali.
"Se questo progetto è fallito vuol dire che qualche errore è stato fatto durante il percorso, questa risposta dice tutto".

Marotta è stato avvisato?
"Questa operazione è stata condotta dalle proprietà con grande riservatezza. Non siamo entrati direttamente anche se le informazioni ci sono arrivate e se tutto si è consumato negli ultimi giorni. I compiti è giusto dividerli, ci siamo concentrati nella gestione quotidiana del club. Scuse? I proprietari ritengono di fare il bene del proprio club. La situazione a tutti i livelli è a rischio default, siamo davanti a una situazione paradossale. Serve che le istituzioni creino un modello, altrimenti non si va avanti. Milan, Inter e Juventus hanno speso un miliardo di euro negli ultimi sette anni per i calciatori, ora non si può più fare. Questo va a discapito della competitività. Gli sponsor a loro volta sono delle aziende e fanno fatica ad investire, l’azione ha un principio di buona fede. Si sono verificate delle lacune è scontato, ma i principi vanno salvaguardati. Serve il rispetto della meritocrazia e dei propri tifosi, un club ha dei valori da portare avanti, lo sport è uno strumento di emulazione positivo".

Quando avete detto no ai fondi eravate già d’accordo?
"I fondi non c’entrano proprio niente, in questo progetto sono entrate tre leghe. Il dissenso verso i fondi è nato da altre società, ma le due cose non sono assolutamente in relazione. Il principio del dissenso è un atto democratico, ma non capisco l’attacco violento di Cairo. Per le sue parole abbiamo ricevuto minacce pubbliche e private, è un fatto molto grave. Uno può chiedere a un dirigente di dimettersi, ma io non sono un giuda, ho principi morali e sono innamorato di questo sport. Io dimettermi? Essere il consigliere federale è un'attività di servizio faticosa, lo faccio per amore dello sport. Avremo una riunione e rimetterò il mandato, se la maggioranza delle società non vorrà che io continui farò un passo indietro. Inutile parlare di strumenti finanziari, parliamo anche di calcio”.

Altre notizie
Martedì 11 maggio 2021
05:31 Rassegna Stampa PRIMA PAGINA - L’Eco di Bergamo: “Coprifuoco, verso la revisione” 01:00 Rassegna Stampa PRIME PAGINE - Le aperture dei quotidiani sportivi di martedì 11 maggio
Lunedì 10 maggio 2021
23:43 Brevi CR7 in visita a Maranello. Lo scatto del portoghese con Leclerc, Sainz e la SF21 23:36 Brevi Salernitana, tragedia durante i festeggiamenti in città: morto un ragazzo in un incidente 23:00 #Coronavirus Mazzoleni, stop dopo le polemiche di Benevento-Cagliari 10 mag 2021
22:45 Altre news Tagli in vista: Zhang darà due alternative ai calciatori. Non esenti i dirigenti 22:45 Primo Piano Torino, crescono le quotazioni di Juric. Il Verona cerca di resistere. E la Dea... 22:00 Altre news Criscitiello: "L'Atalanta merita la Champions, questa Juve no" 22:00 Copertina L’Atalanta vince col minimo sforzo. La terza qualificazione in Champions è sempre più vicina 21:15 Primo Piano Caso Gasperini, finale di stagione salvo: un cavillo frena il Tribunale Nazionale Antidoping 18:12 Altre news Gravina: "Salernitana in A? Nessuna deroga per la proprietà" 17:46 #Coronavirus Il Bollettino dei casi in Provincia di Bergamo, comune per comune: +12 in Città, il dato aggiornato in 24h 17:46 #Coronavirus Il Bollettino di Bergamo al 10/05: +80 contagi e 2 morti in 24h. 17:45 #Coronavirus Il Bollettino della Lombardia al 10/05: +583 nuovi casi e 23 morti in 24h. 17:44 #Coronavirus ULTIM'ORA - I numeri della pandemia: il bollettino del 10 maggio 17:44 #Coronavirus Il Bollettino del 10/05 nella Bergamasca, comune per comune: i dati dei 10 comuni con più casi 17:25 Altre news Finale Champions League, Wembley potrebbe scalzare Istanbul. Occhio a un Lisbona-bis 17:02 Altre news Stop di Ibrahimovic, domani gli esami: Pioli conta di recuperarlo per Atalanta-Milan 17:00 Serie A La bomba di Gravina: "Juve esclusa dalla Serie A? Regole chiare per chi non rispetta i principi UEFA" 16:53 Altre news VIDEO - Salerno fa festa con devastazioni ed assembramenti